Russia e Ucraina, è guerra: non si può restare indifferenti

Condividi

Recenti

Come era largamente prevedibile la Russia ha invaso l’ Ucraina e portato la guerra in Europa.
Nessuno può dichiararsi non colpito dal punto di visita razionale e sentimentale da questo evento.
Nessun organo di informazione può riferire oggi e commentare solo i fatti del proprio cortile, ignorando che in Ucraina Vladimir Putin e la Russia hanno dato il via a una nuova guerra.

Per molte ragioni facilmente intuibili. Per una in particolare, perché cittadini ucraini, centinaia di migliaia, vivono e lavorano in Italia, una comunità che nella stragande maggioranza si è ben inserita, aiuta i nostri anziani, consente a tutti di poter contare in caso di necessità sulla loro opera fatta – nell’esperienza di molti di noi – di cura affettuosa e fedele.

A questi nostri amici ucraini, comprensibilmente preoccupati anche per la sorte dei familiari rimasti in patria, i Calabresi, inteso questa volta come popolo e non solo come testata giornalistica, che hanno nella propria cultura i valori dell’ accoglienza e della solidarietà, manifestano la loro vicinanza amicale e sincera.

Sostieni ICalabresi.it

La nostra indipendenza è a rischio.
Il tuo contributo, anche piccolo, è importante per continuare ancora ad offrire a tutti un'informazione che è sempre stata e sempre sarà libera da ogni tipo di condizionamento.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi in anteprima sul tuo cellulare le nostre inchieste esclusive.