Vincenzo Imperitura

Cronista per caso, dopo un anno passato a raccontare gli italiani d’Australia mi sono fatto le ossa nelle redazioni di frontiera di Calabria Ora fin dai primi vagiti del quotidiano. Giornalista professionista dal 2013, ho raccontato per una decina di anni i principali fatti italiani di cronaca nera e giudiziaria per le pagine de il Tempo, Quotidiano Nazionale e La Presse. Ho collaborato alla stesura di due saggi sulle mafie nella Capitale e qualche volta provo a scrivere per il teatro, anche se la mia vera grande passione resta la Reggina. Dal 2016, sulle pagine de Il Dubbio, racconto storie di giustizia impazzita.
23 ARTICOLI

Lucano a sentenza: quale finale per il modello Riace?

Dalla copertina di Fortune ad un’aula del tribunale di Locri, dalle continue richieste d’aiuto arrivate dalla Prefettura durante la crisi di Lampedusa, all’accusa di «ricerca e di mantenimento a...

Mimmo Lucano, se questo è un fuorilegge

Finisce sepolto sotto 13 anni e due mesi di reclusione il sogno di Mimmo “il curdo” Lucano. Un sogno fatto di integrazione reale, di solidarietà dal basso, di ricerca...

«Deve sembrare una disgrazia»: così volevano uccidere il figlio di Gratteri

«Quello della pace è un discorso soggettivo, personale e sindacabile. E io, nonostante la pace, continuavo a covare rancore. Brusaferri aveva tentato di ammazzare mio zio Domenico, sono cose...

Barricate ad Arghillà, cosa resta dopo la rivolta

«Scusate, sapete quando riaprono la strada? L’autobus mi ha lasciata alla chiesa ed è tornato indietro, dice che non si passa. Sono dovuta venire a piedi». Più che una...

Dal pizzino ai criptofonini, i segreti della ‘ndrangheta hi-tech

Dai pizzini da distruggere appena letti ai moderni criptofonini in grado di blindare messaggi e telefonate da occhi indiscreti: archiviato inevitabilmente come obsoleto il “metodo Provenzano”, boss e narcos...